Un héroe a pedales en medio de la pandemia

En momentos de crisis como los que vivimos existen casos de solidaridad como la historia del ciclista italiano Davide Martinelli, sin dudas un héroe a pedales en medio de la pandemia.

El ciclista del Astana Pro Team se ha dado a conocer a nivel mundial por cumplir con una hermosa misión. El joven oriundo de la localidad de Lodetto (con 1500 habitantes) perteneciente al municipio italiano de Brescia, vio que allí había una necesidad en medio de la cuarentena por la pandemia de COVID-19, enfermedad que ha dejado una profunda crisis sanitaria en ese país.

Solo con su bicicleta, Martinelli emprendió su nuevo trabajo: la de mensajero. “Todo comenzó gracias a un grupo de niños, incluido mi primo Stefano”, quienes comenzaron a organizar un servicio improvisado de entrega a domicilio de medicamentos y alimentos de primera necesidad a las personas, principalmente adultos mayores.

Ahora, lleno de satisfacción por lo que ha hecho Davide dijo “tuve el honor de poder ir a la farmacia a recoger medicamentos para una pareja de ancianos, en total 30 minutos y unos diez kilómetros, nada imposible para un ciclista”, agregó.

El ciclista se dió cuenta la falta de estos servicios en Lodetto (farmacias ni locales donde adquirir comida) y vio la oportunidad de hacerse útil y ayudar a muchas personas que siempre lo han apoyado a lo largo de los años.

“Soy el hombre más feliz del mundo, el ciclismo es hermoso, pero ser útil para los demás bajo estas circunstancias no tiene precio”, comentó.

“Como decía el presidente de mi club de fans, Ettore Piceni, en Lodetto no hay farmacia ni tiendas, pero hay una comunicación unida y fuerte. ¡Probémoslo una vez más! Si puedes hacer algo por los demás, hazlo, ¡la satisfacción será enorme!”.

View this post on Instagram

Tutto nasce grazie a un gruppo di ragazzi Lodettesi tra i quali mio cugino Stefano, che si è organizzato per la consegna a domicilio di farmaci ed alimentari alle persone, soprattutto anziane, che non hanno la possibilità di recarsi a Rovato per acquistarli. Ho sentito varie storie, che mi hanno toccato, di persone impossibilitate a recarsi nel nostro capoluogo che grazie a questi volontari hanno risolto i loro problemi! Negli anni ho ricevuto davvero tanto dalla mia comunità, però difficilmente ho avuto l’occasione di ripagarla per via della vita che spesso mi porta ad essere lontano da casa. Sono legatissimo al mio Lodetto, comunità di poco più di 1500 persone, dove sfortunatamente non c’è né una farmacia né alcun negozio di alimentari! Dentro di me penso: è la mia occasione per rendermi utile e ripagare le tante persone che mi hanno sempre sostenuto negli anni, e dare una mano a chi in questo momento ne ha bisogno. Ho una bici, 2 gambe ormai non molto allenate e uno zaino, e niente.. oggi ho avuto l’onore di poter andare in farmacia a ritirare dei medicinali per una coppia di anziani, in totale 30 minuti e una decina di km, nulla di speciale per un atleta, ma quando glieli ho consegnati sull’uscio di casa, ovviamente con le dovute precauzioni (mascherina e guanti) ho sentito un grazie, che ancora ora mi rimbomba in testa. Sono l’uomo più felice del mondo, bello il ciclismo, bello tutto, ma essere utile al prossimo è impagabile. Come diceva il presidente del mio fanclub il compianto, Don Ettore Piceni: a Lodetto non ci sono la farmacia e non ci sono i negozi ma c’è una comunità unita e forte. Dimostriamolo una volta in più! Se potete fare qualcosa per gli altri, fatelo, la soddisfazione sarà enorme! Per info e consegne 🚚 contattare @foiaforfree o anche direttamente me! La bici è sempre pronta, anche oggi ! 🚲 📦 • Ora salgo sui miei @tacxperience per la mia razione quotidiana di rulli, così la prossima volta consegnerò ancora più in fretta 😀

A post shared by Davide Martinelli (@davidemartinelli.official) on